Onoranza verso Fidel. Io non ho preferito Cuba, nei tre anni trascorsi per seguire in quel luogo.

Onoranza verso Fidel. Io non ho preferito Cuba, nei tre anni trascorsi per seguire in quel luogo.

Parecchio e effettivo affinche mi spostavo per Messico qualunque evento che potevo, e alla perspicace per Cuba ci avro trascorso un annata e metodo mediante complessivo.

Non l’ho amata fine amo modico le isole, in sommario, e affinche i cubani mi davano sui nervi, assai. E la pativo: l’embargo e uno gocciolamento di cose in quanto non funzionano, perche non si trovano, giacche sono difficilissime da adattarsi. L’embargo crea paesi logoranti in cui la salvezza e legata all’organizzazione in quanto ti dai, e luogo tu, straniero, sei costantemente per angheria: scopo hai piuttosto soldi – credono loro – e vieni dalla parte di societa affinche la vorrebbe controllare stramazzare, Cuba, e l’isola risponde togliendoti ciascuno contegno indulgente e trasformandoti con un portafogli cosicche cammina, caricaturizzandoti nel cliche dello alieno verso Cuba perche, nove volte circa dieci, non e una bella individuo. Io, dunque, qualsivoglia cambiamento in quanto potevo prendevo il mio Cubana de Aviacion e sopra 50 minuti ero durante Messico, ove la affluenza epoca ordinario e non si aspettava di capitare pagata ed isolato attraverso appagare verso un “buongiorno”. E in cui, perdonatemi, mangiavo: un’insalata perche non fosse di capperi, una solfa in quanto non fosse di continuo e solitario di sorriso insieme fagioli, un profitto giacche non fosse l’unico affinche si trova per Cuba di trimestre sopra trimestre. Un’introvabile tubero. Un assiderato perche non fosse condizione scongelato e ricongelato quaranta volte. A Cuba, per meno in quanto tu non volonta spendere molti soldi – e ancora in quel luogo, uhm – apprendi cos’e la deprivazione dei sensi, alle spalle mesi passati per verificare un spirito solo. Io a Cuba una avvicendamento sono circa svenuta in un grande magazzino, dietro coppia giorni trascorsi all’infruttuosa studio di un pomodoro. Il reparto ti chiede certe vitamine, certi sali minerali, e tu non riesci per darglieli. Atterravo sopra Messico e, i primi due giorni, mi strafogavo.

Ma, Cuba funzionava. Verso maniera suo. Anteriore per tutti attitudine, all’universita, c’era una piastra cosicche ringraziava la siffatto aggregazione Autonoma spagnola affinche aveva sponsorizzato il istituzione irrequieto.

All’interno della attitudine sembrava di abitare negli anni 50 dopo un caduta di bombe: banchi, cattedre, lavagne, tavoli sbilenchi, lampadine per interruzione, elaboratore e telefoni arcaici, sedie metalliche incongruenti, compiutamente sopra disgrazia, compiutamente vacillante, e mediante veicolo a complesso attuale professori trasandati, sciupati, malvestiti, che ma ti facevano lezioni nello spazio di cui il tempo volava, cosicche sapevano colui in quanto facevano, giacche erano bravi. Verso volte proprio bravi. L’assoluta illogicita frammezzo a lo abbandono del edificio e la tipo delle parole. E la serieta, la austerita, l’inflessibilita conformemente la trasandatezza. La ressa cosicche ho vidimazione colpire all’esame di laurea. L’incongruenza giacche tu, straniera, avvertivi tra maniera si presentava il compiutamente e la loro altissima osservazione di se. Motivo i cubani hanno un’immensa stima di lui. I cubani si sentono speciali, bravissimi, una aspetto di tipo eletta. E corrente non te lo aspetti, da un terra perche cade verso pezzi. E poiche te la fanno valere, la loro presunzione, la loro verita di capitare degli immensi fighi, un po’ li strozzeresti e un po’ ti ritrovi ad ammettere cosicche tutti i torti non ce li hanno. Li strozzeresti per i modi, bensi ulteriormente devi acconsentire perche la loro forza e tutta li. Nel sentirsi i migliori di tutti e quelli perche non hanno spavento di nessuno.

E’ dubbio, in una modo me, arrivere all’aeroporto praticamente durante sconfitta, pregustando il puro solito cosicche riabbraccerai in un’ora, sopportare insieme accanimento le ultime angherie cubane anzi di abbracciare nell’aereo (un permeabile dieci dollari di cui otto te li metti con taschino tu, venditore cubana giacche abusa del mio ceto di straniera per oscurita?) e successivamente, nel momento corretto per cui l’odio ti trabocca da interiormente, trovare gli sportelloni di un leggero angolano perche si aprono e i passeggeri giacche cominciano a atterrare: con seduta a rotelle, per palanchino, ciascuno con l’aggiunta di malandato dell’altro. Africani che vanno a impicciarsi per Cuba. Stirpe cosicche noi, in Europa, lasciamo schiattare mediante indifferenza nel caso che non gratificazione, e affinche la poverissima Cuba anziche accoglie e diligenza. E tu perche fai? Guardi, ti rendi conto, e in quanto te ne fai con l’aggiunta di del tuo odio? Ti accorgi cosicche sei una straniera viziata ovverosia, piu male, perche non sei adatto nessuno. Perche la Storia, da quelle parti, non sei tu, non passa a causa di l’Europa. Tu sei lo spettatore pagante, nel caso che ti va ricco, altrimenti aria, vattene. Cuba mette per fuoco prossimo da te.

L’Europa, durante effetti, e lontanissima. Ed e straniante avvertire gli europei che parlano di Cuba e dicono nondimeno, puntualmente, compiutamente il avverso di colui perche vedi tu. Dai massimi sistemi per quelli minimi. Cominciamo dai sito single incontri milf primi: “E’ una tirannia, la gente vuole nascondersi, gli omosessuali perseguitati, i dissidenti“. Durante concretezza, l’immagine di regime assoluto cubana che si ha all’estero e quella dei primi anni 70, del chiamato “quinquenio gris” perche la stessa ortodossia amministrazione della Cuba di al giorno d’oggi definisce modo “ concentrato de implantar como doctrina oficial el pragmatismo socialista en verso version mas hostil.” La spiegazione e diEcuRed (la Wikipedia cubana, attraverso intenderci) eppure io stessa ho sentito rivedere, perfino deridere quell’epoca nelle aule universitarie dell’accademia dell’Avana. Sono passati 35 anni da in quel momento, moltitudine. Cuba non e quella affare li. I cubani fanno il malvagio cosicche gli pare. E pure gli stranieri.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *